Che cosa è l’interdipendenza economica

Facciamo un esempio della tua giornata tipica: ti svegli la mattina e bevi latte della garfagnana mescolato a caffé del brasile. Dopo la colazione, guardi un notiziario su Canale 5 che è trasmesso da Milano, sulla tua televisione Samsung fatta in Cina. Ti vesti con dei vestiti fatti di cotone italiano e cucito in Cina. Poi accendi il tuo iPad fatto in Cina e progettato in USA dove leggi un buon eBook scritto e pubblicato da una compagnia che si trova in Inghilterra.

Ogni giorno, “contiamo” su davvero tante persone, tante delle quali non abbiamo nemmeno conosciuto, le quali ci forniscono i beni e i servizi di cui piacevolmente facciamo uso ogni giorno. Questa “interdipendenza” è possibile perché ogni giorno scambiamo, tradiamo con altri. Queste persone che ci forniscono questi beni e servizi, ovviamente non lo fanno per un atto di generosità. E non è neanche alcuna agenzia che li incita a soddisfare i nostri desideri.

Invece, le persone ci forniscono a noi e ad altri consumatori alcuni materie prime, beni e servizi che producono perché ricevono qualcosa in cambio.

E’ importante esaminare come la nostra economia coordina le attività di milioni di persone che tantissimi gusti e abilità diverse. Uno dei principi più importanti dell’Economia è che lo scambio può trarre vantaggi sia a chi compra, che a chi vende.

Ma cosa ci guadagnano le persone quando scambiano qualcosa con qualcuno? E perché queste persone scelgono di diventare interdipendenti?

La risposta a queste domande sono la chiave per capire la moderna economia globale. In moltissimi paesi oggi, tanti bene e servizi consumati vengono importati dall’esteri, e tanti beni e servizi prodotti vengono esportati ai clienti che si trovano all’estero. L’interdipendenza non esiste soltanto tra individui ma anche tra nazioni.

Facciamo conto ci siano due beni nel mondo: la carne e le patate. Ci sono due persone nel mondo, un allevatore e un contadino di patate, e tutti e due vorrebbero mangiare sia la carne che le patate. I guadagni da uno scambio del genere sono ovvi, in quanto l’allevatore può produrre solo carne e il contadino solo patate.

Se questi due non si scambiassero nulla, uno mangerebbe carne, carne, carne tutti i giorni (e fa male) e l’altro patate, patate e ancora patate (e anche questo fa male).

Pensate invece se questi due si scambiassero un pò di carne, per un pò di patate, e viceversa. Potrebbero quindi mangiare un burger con le patatine fritte, oppure una bella bistecca con le patate bollite.

Ecco, questo era un semplice esempio di come si può beneficiare dell’interdipendenza.

Che cosa è l’interdipendenza economica
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)