I derivati segreti Irlandesi rimangono all’oscuro dopo la crisi bancaria

Qualche anno fa, nel 2008, un oscuro strumento finanziario affrettò la fine della banca Anglo-Irlandese Bank Corp., il prestatore che ha aiutato a guidare l’irlanda nella sua crisi internazionale. Adesso,gli strumenti finanziari utilizzati rimangono ancora nell’ombra.

Due degli ex direttori della banca hanno affrontato la sentenza per essere incolpati in uno schema di prestiti-per-azioni mirato a fermare un giochetto segreto durante l’inondazione di prestatori nel mercato nel 2008.

Durante il processo, il Giudice Martin Nolan ha giudicato i CFD come “una forma di gambling molto volatile”. Ancora adesso, il governo non ha implementato le regole Europee che richiedono più trasparenza, circa un anno dopo che erano state messe in vigore e 5 anni dopo che la Gran Bretagna ha preso di sua spontanea volontà l’iniziativa di fermare gli investitori nel costruire significamente grosse somme di denaro utilizzando gli strumenti.

“E’ oltraggioso”, Deirdre Somers, capo ufficio della Borsa Irlandese, ha detto ciò in una intervista lo scorso mese. “Il governo sta presidiando su una situazione dove stanno incentivando il mercato ad essere totalmente opaco e distruttivo. Niente è cambiato.”

Nell’Ottobre del 2010, il Ministro delle Finanze ha detto che potrebbe mettere in atto le regole sulla segnalazione di posizioni CFD nel giro di qualche settimana.

Nel giro di qualche mese invece, il Primo Ministro Brian Cowen ha fallito per quanto riguarda la negoziazione della crisi internazionale e le proposte sono state rifiutate in quanto l’Unione Europea ha pesato sulla nuove regole.

I CFD stanno riguadagnando popolarità tra gli Irlandesi, in quanto il paese sta risollevandosi dopo la crisi finanziaria. Ci sono molto probabilmente oltre 50K investitori di CFD nell’Irlanda, una nazione con 4 milioni di abitanti. Guardando la Gran Bretagna, gli Irlandesi sono molti di meno ma con più percentuale di traders, in quanto la UK conta solo 120k investitori con una popolazione di 63 milioni di abitanti.

Una delle ragioni principali per la quale i CFD risultano così appetibili in Irlanda potrebbe essere il loro trattamento con le tasse.

Una tassa dell’1% viene applicata per il trading di azioni, mentre nessuna tassa viene applicata per i CFD.

I derivati segreti Irlandesi rimangono all’oscuro dopo la crisi bancaria
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)