GREXIT di nuovo!

Ci si aspettava che i mercati valutari chiudessero l’anno in tranquillità, con i vari traders delle valute che uscivano in grande tranquillità e scioltezza dai propri uffici durante una tranquilissima ultima parte del 2014, per poi andare ad aprire il 2015 serenamente. Ma questo non è il caso, con i mercati Cinesi in ascesa e le elezioni Greche che sono di nuovo in prima pagina. I Greci non riescono ad eleggere un governo, e i rumors che dicono che la Grecia possa uscire dall’UE sono più forti che mai.

L’Euro è sceso di altri 15 punti ad inizio settimana e attualmente si trova sugli 1.21 e continua a cadere. Non c’è nessuna grande news economica per oggi tuttavia.

La sterlina inglese invece è scesa di ben 8 punti e attualmente si trova a 1.5514 in quanto il Dollaro Statunitense continua ad andare verso l’alto.

Il Dollaro Statunitense ha guadagnato 5 punti nella sessione Asiatica a attualmente si trova a 90.59. La grande paura è che i Greci con le loro elezioni possano uscire dall’UE. Il concetto di Grexit è già sulla bocca di tutti.

Berlino ha avvertito Atene Lunedì scorso, affermando che il supporto tedesco per gli stati dell’Eurozona in crisi dipenderà dal nuovo governo che salirà al potere in Grecia. Il nuovo Governo dovrà attuare le riforme strutturali che sono necessarie a far ripartire l’Economia.

Wolfgang Schaeuble ha detto in un comunicato che “Continueremo a supportare la Grecia, ma se la Grecia sceglierà un percorso diverso, sarà difficile aiutarli”.

La Cina ha ridotto l’outlook per la crescita del 2015, dal 7.5% a soltanto il 6%, un risultato molto negativo.

La forza del USD e la caduta delle aspettative Cinese hanno pesato sul dollaro australiano e neozelandese. L’AUD è caduto di 4 punti e attualmente si trova a 0.81 e il kiwi di 7 punti, e adesso sta tradando a 0.7779.

La crescita in Cina, nel settore manifatturiero, è al minimo degli ultimi 18 mesi. Dei dati che lasciano presagire un nuovo stimolo monetario per la Cina.

GREXIT di nuovo!
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)