L’accordo bancario tra Italia e Svizzera rende più facile la regolarizzazione dei conti con il Fisco

All’indomani dell’accordo che è stato finalmente raggiunto tra l’Italia e la Svizzera sulla tanto attesa cessazione del segreto bancario fra Italia e Svizzera per lo scambio delle informazioni fiscali, regolarizzare i conti sarà estremamente più semplice e indolore.

Questa nuova procedura di regolarizzazione permette di far emergere i capitali depositati all’estero che precedentemente non erano dichiarati tra i propri redditi, ed è però l’ultima occasione per regolarizzarsi con il Fisco, senza alcun tipo di sanzioni penali.

Qui di seguito descriveremo in maniera molto chiara e sintetica l’accordo tra Italia e Svizzera, e tutti i vantaggi per gli Italiani che hanno fondi in Svizzera non dichiarati.

Uno scambio di Informazioni tra Italia e Svizzera

I nuovi metodi di trasmissione delle informazioni tra Italia e Svizzera, permetteranno all’Agenzia delle Entrate di avere delle info bancarie su ogni singola persona (prima non era ovviamente possibile, e quindi questo ha permesso a moltissimi furbetti di evadere).

Il Fisco avrà visibilità sui conti a partire dal 2015, ma non per i periodi precedenti.

Fuori dal Black List

Questa modifica degli accordi permette alla Svizzera di passare da paese “Black List” e di diventare un paese “White List”, in quanto l’accordo è stato stipulato prima del 2 marzo 2015. Questo termine è stato fissato dalla legge che regola la Voluntary Disclosure (legge 186 del 2014), che regola un paese black list che può decidere di accordarsi con il nostro paese per rettificare la trasmissione delle informazioni.

Le sanzioni

Queste sono sostanzialmente le cose che cambiano per tutte quelle persone che hanno capitali all’estero sui quali non hanno pagato le tasse, e che possono quindi regolizzare la loro posizione:

– Per quanto riguarda i paesi in “Black List” la sanzione è del 5%-6%, ovviamente dipende a seconda degli anni per i quali i soldi non sono stati dichiarati nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.
– Invece per la Svizzera, è il 3% degli importi.

L’accordo bancario tra Italia e Svizzera rende più facile la regolarizzazione dei conti con il Fisco
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)