I mercati dei Futures

I futures sono dei contratti a termine standardizzati che possono poi essere tradati con grande facilità in Borsa. Il contratto futures è un tipo di contratto uniforme a termine su strumenti finanziari, con il quale le parti si obbligano a scambiarsi alla scadenza un certo quantitativo di determinate attività finanziarie, ad un prezzo stabilito; ovvero, nel caso di futures su indici, a scambiarsi una somma di denaro pari alla differenza fra il valore dell’indice che viene preso in riferimento alla stipulazione del contratto ed il valore dello stesso indice nel giorno di scadenza.

E’ necessario quindi per la borsa specificare:

La tipologia dell’attività sottostante La somma che il venditore dovrà consegnare per ogni contratto stipulato Il luogo di consegna Il periodo preciso del mese in cui si può effettuare la consegna Il metodo di quotazione dei prezzi Gli eventuali limiti alle oscillazioni giornaliere dei prezzi e alle posizioni degli operatori.

I tipi di mercati Futures

Il Chicago Board of Trade (CBOT), viene fondato nel lontano 1848, è il più vecchio mercato futures mai esistito. Nel Luglio 2007, CBOT si è fuso con il CME.

Il NYMEX (New York Mercantile Exchange) è il principale mercato mondiale per futures e opioni sui beni prettamente energentici energetici, come petrolio e gas naturale; ma anche per quanto riguarda i metalli preziosi, come argento, oro, palladio e platino; e su metalli industriali, quali rame ed alluminio.

Intercontinental Exchange (NYSE: ICE) è un mercato che gestisce principalmente i mercati futures basati su Internet e i futures over-the-counter (OTC) di energia e contratti su materie prime. Il vero nome è New York Stock Exchange.

The Chicago Mercantile Exchange (CME) è il mercato Futures americano sulle commodities in Chicago.

Il New York Board of Trade (NYBOT), chiamata anche ICE Futures USA nel settembre del 2007, è una filiale per il market futures interamente di proprietà della Intercontinental Exchange (ICE).

Questo mercato gestisce principalmente il trading fisico di merci futures nella Grande Mela. Nasce nel 1870 come il New York Cotton Exchange (NYCE), quindi anche questo mercato è tra i più vecchi. Nel 1998, il New York Board of Trade acquista sia il New York Cotton Exchange che il market futures del caffè, zucchero e cacao. Il 14 settembre 2006, il NYBOT accetta di diventare parte del NYSE.

I mercati dei Futures
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Leave a Reply