Papa Francesco: i mercati e l’economia nelle loro forme attuali porteranno a nuove crisi

Papa Francesco richiede una ulteriore regolamentazione dei mercati finanziari e ha respinto le accuse che le sue critiche sul capitalismo sfrenato siano derivate dal Marxismo.

“I mercati e la speculazione finanziarie non possono godere di autonomia assoluta,” ha riferito in una intervista pubblicata sul giornale La Stampa domenica, richiedendo più etica nell’economia e una migliore distribuzione delle risorse della terra.

“Non possiamo aspettare un giorno di più per risolvere le cause strutturali della povertà per fare in modo di curare la nostra società da una malattia che potrà soltanto portare a nuove crisi”, ha detto Papa Francesco.

Alcuni Cattolici Conservativi, specialmente da alcune parti degli Stati Uniti, hanno criticato alcuni suoi interventi sull’economia, con diversi che lo hanno chiamato “un Marxista”. Ma il Papa Argentino ha affermato che in realtà stava soltanto citando le lezioni di Chiesa.

“Se ripeto alcuni sermoni dei primi padri della Chiesa del secondo o del terzo secolo, che parlano di come il povero debba essere trattato, alcuni mi accusano che io stia predicando un’omelia marxista”, ha detto. “Il Nuovo Testamento non condanna il benessere e l’abbondanza ma l’idolatria del benessere.”

Il Papa ha condannato gli alti salari e i bonus, chiamandoli come sintomi di un’economia basata sull’avarizia e ha inoltre affermato che la speculazione sui beni alimentari minava alla guerra globale contro la povertà e la fame.

Questa intervista proviene da un capitolo di un libro chiamato “Papa Francesco: Questa Economia Uccide” “Pope Francis: This Economy Kills,” che verrà pubblicato questa settimana.

Papa Francesco è da sempre contro le banche e la speculazione, ed è proprio il suo ultimo volume sul magistero sociale scritto da Andrea Tornielli e Giacomo Galeazzi. Un libro che già dal titolo preannuncia il pensiero di Bergoglio, che da sempre punta il dito contro il sistema economico occidentale, contro questa ostentazione al denaro, contro le banche.

Bergoglio ha poi aggiunto che “Gesù ha detto che prima di offrire il nostro dono davanti all’altare dobbiamo riconciliarci con il nostro fratello per essere in pace con lui. Credo che possiamo estendere questa richiesta anche all’essere in pace con i nostri fratelli poveri”.

Papa Francesco: i mercati e l’economia nelle loro forme attuali porteranno a nuove crisi
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)