Perché diversificare è ormai obsoleto

In quanti vi hanno sempre detto di investire in più cose, di diversificare il vostro investimento. In troppi. Una delle grandi regole di Warrenn Buffett, il più grande investitore di tutti i tempi è quella di: “Non mettere tutte le uova in un unico paniere”.

C’è da dire però che questa teoria è sì giusta, ma il concetto viene spesso abusato. Le banche del resto, i broker e gli altri “esperti” del settore, vi consigliano di diversificare il vostro investimento per il semplice motivo che anche loro ne trarranno giovamento. Infatti, diversificare su più prodotti finanziari significa pagare più costi e commissioni, che sono ovviamente profittevoli per la banca, ma non per i clienti.

Investire (diversificando) ad esempio nell’azionario potrebbe risultare in un’arma a doppio taglio, infatti nel caso di un investimento su 100 titoli diversi di un certo settore azionario (o comunque di settori azionari correlati), al primo calo generale del mercato, la nostra diversificazione non sarà servita a nulla in quanto tutte le azioni subiranno un calo similare. Stessa cosa per il mercato immobiliare, le obbligazioni e altre classi di investimento. Basta guardarsi in giro per vedere quanto questo ragionamento quadri (mercato immobiliare in Spagna, dove tutti hanno investito su una serie di proprietà dello stesso tipo).

La dura realtà è che spesso, chi diversifica, lo fa perché è ignorante. E non conosce appieno i mercati in cui si trova.

Questi sono comportamenti da investitore disordinato e distratto che si lascia mangiare il proprio account dai broker, dalle commissioni e gli infiniti costi di gestione, portando a casa aria fritta invece che profitti.

In conclusione

In conclusione, diversificare è tecnicamente OK. Ma bisogna diversificare in un certo modo. Non stiamo parlando di investire in 1000 azioni diverse di cui non sappiamo nemmeno la provenienza. Stiamo parlando invece di diventare i MAESTRI di ciò in cui investiamo e investire in pochissime cose (anche solo una se siete coraggiosi) divenendo degli assoluti conoscitori di quel dato strumento finanziario.

Perché diversificare è ormai obsoleto
1 vote, 4.00 avg. rating (86% score)

Leave a Reply