Tassi invariati secondo la FED

Comunicato shock da parte della Federal Reserve con le minute di ieri, che confermano l’atteggiamento abbastanza paziente della Banca Centrale Americana, i tassi rimarranno quindi gli stessi, proprio a causa delle numerose domande che rimangono ancora irrisolte nello scenario internazionale.

Sono state rese pubbliche nella giornata di ieri le minute che riassumono i verbali della Federal Open Market Committee (FOMC), l’organo preposto all’interno della Federal Reserve di decidere le varie politiche monetarie. L’ultima riunione c’è stata il 16 e 17 Dicembre, i documenti non preannunciano niente di buono in quanto la FED è sembrata essere spazientita circa i tassi d’interesse Americani che purtroppo non verranno innalzati fino ad Aprile, ci sarà ancora da aspettare quindi ancora un pò per vedere i veri tori prendere la meglio su cross chiave come USDJPY e EURUSD.

Durante questa ultima riunione, la FOMC ha dichiarato di voler rimanere paziente per quanto riguarda il rialzo dei tassi d’interesse statunitense, che attualmente si trovano intorno allo 0-0,25%, purtroppo da praticamente il 2008.

Nella loro ultima riunione, i membri della FED hanno continuano a far capire che potrebbe trattarsi di un lasso di tempo abbastanza lungo tra la fine del QE (Quantitative Easing) e la prima stretta monetaria che determinerebbe il costo del denaro.

Come adesso vede la FED l’inflazione

Secondo l’ultimissima minute della FED, l’aumento dei prezzi è ancora basso e tuttavia non è un ostacolo per una eventuale variazione dei tassi, in quanto l’inflazione tornerà a salire, andando intorno al 2%. La recente contrazione del valore dei beni va additata al calo dei prezzi dell’energia e al petrolio, e ovviamente anche al valore del dollaro, che continua ad aumentare. Un petrolio in ribasso aumenta quindi la potenziale spesa degli americani.

L’economia estera però è una di quelle cose che più preoccupa la FED, che sta facendo bene la sua politica, ma purtroppo l’estero in questo ultimo periodo continua a registrare prestazioni orribili.

La FED vede la situazione internazionale come una fonte di rischi al ribasso per l’attività domestica e l’occupazione.

Tassi invariati secondo la FED
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)