Tipi di derivati swap

La nascita dei primi derivati swap

I derivati swap furono per la prima volta introdotti al pubblico nel 1981 quando IBM e la World Bank decisero di stringere un accordo swap. Oggi, gli swap sono uno dei contratti finanziari più contrattati al mondo: l’ammontare totale dei tassi d’interesse e swap di valuta giro d’affari è stato superiore ai 348 trilioni di dollari nel 2010, secondo la Bank for Internation Settlements (BIS).

I principali tipi di derivati

I principali tipi di derivati sono: Options, Futures, Forwards, Swap e molti altri ancora. Ciascuno ha un mondo a sé e servirebbero diverse ore per spiegarne il loro funzionamento e i relativi sottoinsiemi, quindi oggi ci soffermeremo soltanto su una tipologia: i derivati Swap. Vediamo subito insieme le varie tipologie.

Interest rate swap

Sicuramente il derivato più famoso. Il Sottostante in questo casO è costituito dall’indice di un tasso d’interesse. La banca ed il cliente si accordano per effettuare pagamenti secondo un piano di scadenze prestabilite, sulla base del differenziale tra i due tassi d’interesse diversi, tutti e due applicati ad uno specifico capitale nozionale di riferimento.

Commodity Swap

Il commodity swap è un tipo di derivato dove lo swap nel quale sono scambiati i due flussi di denaro, è dipendente dal prezzo dei due sottostanti, in questo caso due Commodities.

Credit default swap

Il credit default swap è un tipo di swap che trasferisce il rischio di credito. E’ uno dei derivati utilizzati come strumenti di copertura più comune tra i derivati creditizi.

Un credit default swap, solitamente abbreviato in inglese con CDS, è un contratto dove il compratore dello swap a rischio subordinato esegue una serie di pagamenti al venditore, e in cambio, riceve un pagamento, se uno strumento, tipicamente un bond oppure un presto, va in default (non paga). Meno comunemente, l’evento (di credito) che fa scattare il pagamento potrebbe essere la ristrutturazione in corso di un’azienda, la bancarotta oppure un’azienda che si è vista downgradare il proprio rating di credito.

Rischio subordinato Swap

Gli swap a rischio subordinato, sono un contratto in cui il compratore (oppure il proprietario del capitale) paga un premio al venditore per l’opzione di trasferire un certo rischio. Questo può includere un qualsiasi tipo di capitale, management o rischio legale per il sottostante (per esempio una azienda). Attraverso l’esecuzione, il proprietario del capitale può per esempio trasferire azioni, amministrare responsabilità o altro. Questi strumenti vengono tradati over-the-counter e ci sono pochi investitori specializzati in ciò presenti in tutto il mondo.

Tipi di derivati swap
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Leave a Reply